Monday, March 27th, 2017

La Prudenza “roba forte!”

marzo 16, 2012 by  
Filed under Decision making, Primo piano

La chiusura di ogni telefonata di mia madre è: “Mi raccomando, sii prudente” e a rifletterci bene tutta la mia vita è costellata di frasi dove il sostantivo “prudenza” evoca una negatività/limite (non spingerti oltre, non osare, non provarci, ecc.).

E’ proprio per questo “senso comune” riservato alla prudenza che mi ha sorpreso leggerla più volte in relazione al lavoro dei manager e degli imprenditori. Ma come, proprio ad un imprenditore che continuamente è chiamato a prendere decisioni, a non “frenare” ma ad accelerare, parliamo di prudenza???

Ebbene si, proprio per loro questa virtù calza a pennello!

Per darvi qualche spunto in più utilizzo Tiziano. Quella che vedete è l’allegoria della prudenza (1470).

Nel quadro i tre volti rappresentano lo stesso uomo che si volge alla vita con una triplice modalità: L’uomo, guardando al passato (vecchio), con fortezza decide (uomo maturo), non guastando il futuro (giovane).

Se l’immagine della prudenza è tutta incentrata sulla presa di decisioni, è di fatto per eccellenza la prima “figurina” che dovrebbe comparire nell’album di un manager.

In questo quadro non appaiono persone timorose o codarde ma solo lo stesso uomo che partendo dalla propria esperienza analizza il presente e con fermezza vaglia delle alternative e fa una scelta ponderando le conseguenze del suo agire sul futuro.

Del resto, conoscenza, giudizio, azione sono le componenti della prudenza secondo S. Tommaso.

Nel prossimo post qualche riflessione su come calare la virtù della prudenza nel nostro day by day

Buona lettura

Ugo

PS per i curiosi nel quadro si vedono tre animali

Lupo: è affamato di ricordi

Leone: la forza che richiede una decisione

Cane: amico dell’uomo è l’ottimismo con cui vedere il futuro

Comments

3 Responses to “La Prudenza “roba forte!””
  1. Gianluca Sabatini scrive:

    da wikipedia:
    “Sopra il triplice ritratto Tiziano ha inserito un motto diviso in tre parti che spiega il senso dell’allegoria: EX PRAETERITO / PRAESENS PRVDENTER AGIT / NI FVTVRA(M) ACTIONE(M) DETVRPET (Sulla base del passato / il presente prudentemente agisce / per non guastare l’azione futura”

    a rafforzare la declinazione di prudenza in atto agito volto all’efficacia:
    farsi guidare (e non condizionare) dall’esperienza (propria e di altri) è la chiave per un agire costruittivo

  2. Ugo Papagni scrive:

    Incostante, com’aura, è per natura
    De’ giovani il pensier; ma dove il senno
    Intervien de’ canuti, a cui presenti
    Son le passate e le future cose,
    Ivi è felice d’ambe parti il fine.
    (Iliade, Omero)

Trackbacks

Check out what others are saying about this post...
  1. […] del comportamento che stiamo criticando in modo costruttivo. Le persone esercitano la virtù della prudenza (molto utile nel management) proprio valutando le conseguenze. Questa prospettiva a medio termine è […]



Speak Your Mind

Tell us what you're thinking...
and oh, if you want a pic to show with your comment, go get a gravatar!