Friday, September 21st, 2018

“Know thy time”, P. F. Drucker

gennaio 17, 2009 by  
Filed under Managing oneself, Synergize

Liberamente tratto da “The Effective Executive”, di P. F. Drucker

Esistono essenzialmente 3 passi in una gestione del tempo efficace:

  1. la registrazione del proprio tempo
  2. la gestione
  3. il “consolidamento”

Alcune caratteristiche specifiche del tempo:

  1. E’ una risorsa unica: non è possibile acquistarlo, acquisirlo o quant’altro
  2. è totalmente anelastica: per quanto ne domani non potrai mai ottenerne di più
  3. è totalmente irreplicabile: non ne esiste un “prodotto sostitutivo”
  4. infine è una condizione universale: tutti i lavori richiedono tempo e ne impiegano

Altra condizione che rende complessa la gestione del tempo è la difficoltà della persona di percepire il tempo in modo affidabile. Spesso ci scontriamo con una stima errata del tempo da impiegare per completare un compito (ad esempio scrivere un report, modificare un documento…).

Anche la percezione di come abbiamo speso il tempo non è così chiara.

Se sperimentiamo una concreta “registrazione” di come impieghiamo il tempo è verosimile che avremo molte sorprese rispetto ad una percezione iniziale.

Pensiamo di spendere il tempo in attività che “dovrebbero” essere quelle più importanti, ma la realtà spesso differisce da queste ipotesi.

Quindi il primo passo fondamentale nella gestione del tempo è quello della “analisi”: verificare con accuratezza dove “va” attualmente il nostro tempo.

Nello sviluppo di carriera tutto ciò non può che complicarsi: maggiormente si assumono responsabilità nelle organizzazioni e più l’organizzazione in generale ci chiederà tempo.

Spesso la frustrazione nasce dal fatto che ci rendiamo conto che molte di queste richieste, seppur non disattendibili, contribuiscono molto poco al nostro lavoro. Molti dei nostri impegni richiedono una elevata quantità di tempo, per una efficacia a volte minima.

Alla base della inefficacia dei risultati c’è in gran parte il fatto che ci dedichiamo agli impegni con continue interruzioni. Realizzare un compito in tante mezz’ore non porta agli stessi risultati di dedicare allo stesso una mezza giornata con continuità, anche se il totale del tempo è lo stesso. Dobbiamo realizzare le condizioni per dedicare “ampie parti” di tempo ai nostri impegni.

La continuità del tempo dedicato è una buona “promessa” per la nostra effiacia. Questo più che mai quando parliamo di tempo da impiegare con le persone.

httpv://it.youtube.com/watch?v=bJXMWDtACjo

… to be continued…

Comments

One Response to ““Know thy time”, P. F. Drucker”

Trackbacks

Check out what others are saying about this post...


Speak Your Mind

Tell us what you're thinking...
and oh, if you want a pic to show with your comment, go get a gravatar!